Cucina a pellet: quale scegliere e come funziona

8 Settembre 2021
Cucina a pellet: quale scegliere e come funziona

Scegliere una cucina a pellet per la propria casa può essere davvero un’idea rivoluzionaria. Questi dispositivi, infatti, possono avere molte funzioni ed essere anche più economici rispetto alle cucine tradizionali. Ma come funziona una cucina a pellet, e quale scegliere? Ecco tutte le risposte alle tue domande in merito a questo tipo di cucina.

Come funziona una cucina a pellet?

Questi tipi di cucine possono funzionare in due modi. La classica, che viene definita “economica”, vede la produzione di calore con la combustione del pellet; il calore non impiegato per la cottura degli alimenti verrà convogliato e spostato all’esterno dell’abitazione.

Nel caso in cui, invece, si faccia riferimento ad una termocucina, questa potrà aiutare anche a scaldare la casa. In tal caso, il calore che non sarà stato utilizzato per la cottura dei cibi uscirà da un ventilatore frontale.

Nei modelli più recenti sarà anche possibile convogliare l’aria calda mediante delle tubature a parete, per poterla trasportare nelle diverse stanze. Sempre nei modelli più moderni si potranno regolare molti aspetti, non solo la temperatura, ma anche la distribuzione del calore, l’accensione e molto altro.

Quindi, una cucina di questo tipo funziona un po’ come una classica cucina a legna, ma con un sistema automatizzato per l’uso del combustibile. Infatti, bisognerà collegarla alla rete elettrica perché il meccanismo di accensione possa funzionare, così come la coclea che si occuperà di prelevare il pellet e di immetterlo nella cucina stessa.

Cucina a pellet con forno

Grazie alle tecnologie moderne sarà possibile scegliere anche una cucina a pellet con forno. Questi tipi di cucine sono utilizzabili non solo in inverno per cucinare e scaldare, ma anche in estate.

Nel momento in cui non sia necessaria la produzione di calore, si potrà utilizzare esclusivamente il forno. Come? La funzione forno sarà alimentata a livello elettrico, consentendo di escludere quindi il combustibile classico costituito dal pellet.

Il forno a pellet che si troverà in questi tipi di cucine potrà poi essere utilizzato sia come forno a pellet statico sia ventilato, e lo stesso accadrà nel momento in cui si sceglie di attivare solo la rete elettrica.

Quale cucina a pellet scegliere?

Abbiamo già visto alcuni aspetti essenziali relativi alle cucine alimentate a pellet. Nella scelta, quindi, bisognerà effettuare alcune valutazioni.

Nel caso in cui non si abbia bisogno di riscaldare anche la casa, allora si potrà optare per una cucina semplice e classica, che non funzioni anche da stufa e che sarà anche più economica, sia per quanto riguarda l'acquisto che per il suo utilizzo.

Mentre per riscaldare anche la casa si dovrà scegliere una termocucina, che combinerà le due funzionalità.

Quanto consuma una cucina a pellet?

Una cucina a pellet consumerà non molto, soprattutto se si considera che questo carburante è economico. Si potrà cucinare tranquillamente con mezzo chilo di pellet al giorno, quindi si potrà utilizzare un sacco di pellet per molto tempo.

Poi, si dovranno aggiungere i costi per la rete elettrica, ma questi varieranno molto sia sulla base della potenza della cucina, sia del proprio contratto con la società di distribuzione dell’energia stessa.

Cucina a pellet opinioni

Infine, le opinioni in merito alla cucina a pellet sono generalmente positive. All’interno dei marketplace, gli utenti sottolineano come la cucina sia “Facile da utilizzare, non sporchi e non consumi molto”.

Un elemento positivo, rispetto alle classiche cucine a legna e che viene spesso sottolineato, è costituito dalla possibilità di regolare comodamente la temperatura e di poter pulire con molta facilità la cucina, nel momento in cui non la si debba concretamente utilizzare per la cottura.

Vai all'articolo precedente:Come scegliere una cucina a legna: i consigli per acquistare il modello corretto
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image