Barbecue a pellet: funzionamento, pro e contro

9 Agosto 2021
Barbecue a pellet: funzionamento, pro e contro

Una valida alternativa rispetto al classico barbecue a carbone. Si tratta del barbecue a pellet, una soluzione pulita e semplice per chi non vuole rinunciare all’organizzazione di feste estive all’aperto. Ma il barbecue a pellet come funziona? E quali sono i pro e i contro?

Ecco tutte le risposte alle domande per i barbecue di questo tipo.

Barbecue a pellet, come funziona?

Il barbecue a pellet è uno strumento dotato di uno o più serbatoi, che conterranno il carburante, il pellet appunto. Una coclea si occuperà di prelevare la quantità di carburante necessaria per raggiungere la temperatura preimpostata nel pannello di controllo, e la depositerà nel braciere.

Il sistema di ventilazione, poi, contribuirà a portare a cottura gli alimenti grazie alla convenzione di calore, cioè la cosiddetta cottura indiretta. Il funzionamento, quindi, è molto semplice e il barbecue andrà semplicemente connesso alla rete elettrica per attivarlo.

Il barbecue a pellet fa fumo?

Un grande problema dei barbecue è costituito proprio dal fumo. Spesso non li si può installare in spazi non troppo grandi proprio per questa motivazione. Tuttavia, il barbecue a pellet non farà fumo. Il sistema di pirolisi per la combustione del pellet, infatti, è molto efficiente e, oltre ad evitare gli sprechi, sarà anche molto utile per prevenire il fumo e la dispersione di altre sostanze dannose nell’aria.

Barbecue a pellet pregi e difetti

A questo punto, passiamo in rassegna per il barbecue a pellet pro e contro. I vantaggi di questo tipo di dispositivo sono molti e si possono riassumere nei punti seguenti:

  • Rispetto dell’ambiente

I pellet sono prodotti mediante l’uso principale di residui di lavorazione del legno. Per questo non si andrà ad aumentare il disboscamento per la loro produzione.

  • Semplicità di trasporto del carburante

Un grosso problema del legno è il suo peso, elemento che, però, non si applica affatto al pellet. Questo combustibile è facile da trasportare in quanto è molto leggero.

  • Cottura uniforme ed efficace

Il pellet ha un grande potere calorifero, elemento che consente non solo di raggiungere velocemente la temperatura per la cottura, ma anche di mantenerla a lungo. Inoltre, la diffusione del calore all'interno del barbecue a pellet è uniforme, elemento che consentirà di cuocere i cibi in modo graduale e senza bruciarli.

  • Semplicità e velocità

Il pannello di controllo di questi dispositivi consente di impostare la cottura, la temperatura e molti altri dettagli. Per accendere il barbecue, poi, sarà sufficiente premere un pulsante. Una volta raggiunta la temperatura, si potrà iniziare a cucinare in tutta scioltezza!

  • Il controllo e il mantenimento della temperatura

Un altro vantaggio si trova nel controllo e nel mantenimento della temperatura. Grazie al termoregolatore, infatti, si potrà regolare la temperatura senza problemi, e questa si manterrà costante per tutto il ciclo di cottura.

  • Minimi residui

Diversamente rispetto alla carbonella, il pellet, dopo la sua combustione, lascia dei residui di cenere davvero minimi. Questo consentirà anche una pulizia davvero profonda e veloce per il barbecue dopo il suo utilizzo.

  • Facilità di trasporto

I modelli moderni di barbecue a pellet sono facili da trasportare, leggeri e maneggevoli. Così ci si potrà offrire di portare il proprio barbecue anche a casa di altre persone! Oltre agli indubbi vantaggi che abbiamo visto, bisogna sottolineare come il barbecue a pellet possa avere anche alcuni aspetti negativi.

  • Il collegamento elettrico

Per poter utilizzare il barbecue sarà fondamentale avere accesso alla rete elettrica. Molti non hanno allacci elettrici in giardino, o comunque nella parte esterna della propria casa, quindi bisognerà considerare questo aspetto.

  • Il consumo energetico

Tra poco analizzeremo più nel dettaglio questo aspetto, ma il consumo energetico potrebbe essere una delle ragioni per le quali puntare su altre tipologie di barbecue. Ovviamente, molto dipende dalla loro potenza e anche dall’uso che se ne farà.

Quanto consuma un barbecue a pellet?

Abbiamo già accennato a questo tipo di aspetto dell’uso di tali tipi di barbecue, ma qui sarà possibile approfondirlo.

Il consumo riguarderà due fonti diverse: l’elettricità e il combustibile. Il consumo elettrico è minimo, soprattutto perché si tratta di un elettrodomestico non usato di continuo.

Il consumo relativo al combustibile varierà a seconda dell’utilizzo e del tipo di cottura. Tuttavia, a livello generale, si può affermare che i barbecue a pellet più potenti arrivino a bruciare in media mezzo chilo di pellet all’ora. Quindi, un sacchetto da 10 chilogrammi potrà aiutarvi a cucinare per circa cinque pasti.

Barbecue a pellet opinioni

In generale, per quanto riguarda questi dispositivi, le opinioni sono positive. Molti li definiscono come “Funzionali e facili da usare. Non sporcano e sono anche economici”. Le opinioni migliori sono per i modelli in acciaio, definiti come “robusti e durevoli, ma anche facili da utilizzare” all’interno dei diversi marketplace per l’acquisto di questi tipi di dispositivi.

Vai all'articolo precedente:Come scegliere una casetta in legno da giardino
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su
Cookie Image