Camino a gas: come funziona, quanto consuma e quanto scalda

20 Ottobre 2021
Camino a gas: come funziona, quanto consuma e quanto scalda

Nonostante oggi esistano sistemi di riscaldamento particolarmente comodi e performanti, il camino a gas esercita un fascino indiscutibile per la bella atmosfera che crea in qualsiasi ambiente. È davvero così efficiente questa tipologia di camino? Scopriamo tutto sul camino a gas, come funziona, i consumi e quanto scalda.

Come funziona il camino a gas

Il camino a gas è un apparecchio progettato per chi desidera rendere gli ambienti più suggestivi con l’atmosfera del fuoco naturale. A differenza di come accade con il camino tradizionale, il sistema a gas permette di ottenere questo effetto in maniera rapida e semplice, e senza disperdere i residui della combustione nell’ambiente.

Inoltre, consente anche di tenere sotto controllo la fiamma e la temperatura, grazie al telecomando oppure mediante l’app su smartphone e tablet. I moderni camini a gas sono senza bombola, vengono infatti collegati alla rete del gas e dunque sono anche estremamente sicuri. Ecco come funzionano:

  • L’aria di combustione viene prelevata dall’esterno mediante la canna fumaria coassiale;
  • Il vetro ceramico garantisce resistenza totale anche a temperature alte;
  • Dispositivi di sicurezza appositamente installati assicurano assenza di perdite o anomalie.

La caratteristica dei camini a gas è quella di avere un focolare realizzato con ciottoli o ceppi ceramici mineralizzati, che assumono colori diversi a seconda del livello della fiamma.

I camini a gas possono essere con focolare aperto o con focolare chiuso. La differenza fra le due versioni è la seguente: il camino con focolare aperto prevede delle installazioni scenografiche, che però non hanno un elevato rendimento; quello con focolare chiuso, invece, riscalda l’ambiente in maniera uniforme e ha un impatto scenico altrettanto gradevole. 

Camino a gas consumi

Quali sono i consumi di un camino a gas? Se come esempio prendiamo un apparecchio con una capacità di 7 kW, il consumo oscilla intorno a 1 metro cubo di combustibile all'ora, mantenuto acceso e impostato alla massima potenza.

Dunque, installare un camino a gas conviene davvero? Sembra proprio di sì, soprattutto perché questo apparecchio assicura tutti i vantaggi che riservano gli impianti a gas.

Infatti, dà la possibilità di controllare il consumo di carburante, di regolare con estrema precisione la combustione e la quantità di calore prodotto, di eseguire la regolazione automatica con controllo a termostato e molto altro.

E poi, aspetto da non sottovalutare, il gas ha un costo decisamente inferiore rispetto alla legna, e addirittura anche al pellet, per cui i vantaggi fra consumi e risparmio sono notevoli.

I caminetti a gas scaldano?

La domanda più frequente che si pongono coloro che desiderano installare camini a gas è se realmente scaldano. Ebbene, la risposta è affermativa, in quanto si tratta di un sistema di riscaldamento che sfrutta il combustibile fino al 100% e lo trasforma fino all’ultimo in calore.

Tipologie di camini a gas

Esistono svariati modelli di caminetti a gas, ecco quali sono:

  • Camini a gas con canna fumaria

Il vantaggio principale dei caminetti a gas con canna fumaria consiste nel tiraggio naturale, che permette di espellere i fumi in totale sicurezza e rende la presenza del vetro superflua. 

  • Camini a gas senza canna fumaria

I caminetti a gas senza canna fumaria sono la soluzione ideale per chi per non può installare una canna fumaria, come per esempio chi abita in condominio. Poiché non dispone di un sistema di tiraggio naturale, occorre per forza la presenza del vetro. Visto che non ha canna fumaria, si può mettere camino a gas vicino a un mobile, e trasformarlo in un complemento d’arredo.

  • Camini a gas con canna fumaria e vetro

Essendoci la canna fumaria, la presenza del vetro in questo caso è dovuta quasi esclusivamente a motivi estetici, e la fiamma può essere regolata con facilità.

  • Camini a incasso

Il camino a incasso si distingue per il design ricercato ed elegante, che riproduce perfettamente quello di un camino tradizionale. La differenza rispetto agli altri modelli sta nel costo dell’installazione, che è più elevato perché richiede interventi di muratura. 

Camini a gas opinioni

Le opinioni di tanti utenti sul camino a gas sono molto positive, sia per l’efficacia che assicura nel riscaldare gli ambienti, che per l’eleganza che aggiunge ovunque venga installato. Infatti, proprio per la sicurezza che garantisce, può essere installato ovunque: in cucina, nel salone, nella camera da letto, addirittura in giardino.

La facilità di gestione e i consumi bassi ne fanno un prodotto ideale per il riscaldamento domestico. Non solo, questa tipologia di camino si rivela anche la scelta migliore per essere installato in uffici, hotel, esercizi commerciali, ristoranti, perché, escluso quello a incasso, l’installazione non è invasiva, è veloce e non necessita di opere murarie.

Inoltre, dalle opinioni degli utenti emerge anche che si tratta di un sistema facile da utilizzare perché basta premere un pulsante per accendere il camino a gas. Infine, anche la manutenzione è semplice e basta il controllo annuale di un tecnico per eseguirla a dovere.

Vai all'articolo precedente:Caminetto elettrico: quale scegliere, quanto scalda e quanto consuma
Vai all'articolo successivo:Termocamino a legna: come funziona e quale scegliere
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su